Come nasce un gioiello

Ogni gioiello è un mistero nato dall’incontro di un’idea, una pietra, una forma. E’ il risultato di impressionanti sinergie e abilità artistiche che si uniscono per dar vita ad un’opera d’arte. Ma da quali alchimie si arriva a future meraviglie?
Dal design iniziale alla creazione finale.

 

FASE 1 – PROGETTAZIONE DEL GIOIELLO
Fase preliminare  alla realizzazione del gioiello è lo schizzo su carta.
Compito del disegnatore sarà dunque quello di tradurre l’idea nel disegno, definendo nei minimi dettagli il futuro gioiello.
Solo in seguito sarà possibile procedere con la realizzazione del prototipo in cera. Il modellista in questa fase dovrà ricavare, partendo da un blocco di cera, il gioiello nelle giuste proporzioni dell’oggetto, predisponendo ogni minimo dettaglio, come castoni per le pietre o disegni,  grazie a lime, frese, bulini e seghetti.

 

FASE 2
In questa fase, la cerista sta ricavando il calco su gomma del modello.
FASE 3
I modelli in cera una volta ottenuti sono posizionati su un cilindro in acciaio che successivamente sarà riempito di gesso.
Una volta che il gesso si sarà essicato, si porterà a temperatura il cilindro in modo che il modello in cera creato fonda e fuoriesca, lasciando così il calco nel gesso.

 

FASE 4- Saldatura con cannello a fiamma

FASE 5 – TECNICHE DI FINITURA E DECORAZIONE
Su ogni singolo oggetto numerosissime sono le operazioni (saldature, fresature, incisioni al bulino..) eseguite dalle mani esperte degli orafi. Alcune tecniche hanno unicamente una funzione estetica, altre invece funzionale.

 

FASE 6 – LUCIDATURE
Passaggio finale che completa il processo di produzione del gioiello è la lucidatura.
Solo mani esperte e qualificate sono in grado di compiere questa operazione.
Il lucidatore utilizza spazzole imbevute di diverse paste abrasive che sono impiegate a rotazione al fine di ottenere una superficie splendente.